Posted on Lascia un commento

Libri di carta o e-reader? Quale preferisci?

Libri di carta o digitali? By Francesca Serafini

Libri di carta o e-reader? Se siete lettori convinti prima o poi la domanda se sia meglio leggere libri di carta o digitali dovete esservela posta, o ve la porrete in futuro; e anche scegliere il lettore è una questione molto personale, determinata dalle proprie necessità e preferenze. Questa è la mia opinione.

Libri di carta o digitali? E che lettore usare?

Frequentando diversi gruppi social di lettura, composti di lettori dai gusti variegati, mi capita spessissimo di vedere post dove si tratta della disputa tra libri di carta o e-reader dando luogo a deliri totali da parte dei più. Tanto che in alcuni gruppi non si può trattare la questione o vi si accetta un solo post a settimana sull’argomento. Generando poi infinite dissertazioni tra chi usa un e-reader, su quale sia il migliore in commercio. Quindi so bene che qualsiasi opinione esporrò, scontenterò qualcuno. Ma la mia intenzione è parlare dell’argomento
libri di carta o e-reader e fornire qualche informazione per aiutare chi si trova a dover effettuare una scelta, fornendo anche la mia esperienza.

Vi dico subito che amo profondamente annusare l’effluvio delicato che si diffonde dalle pagine di un libro, e ascoltare il rumore delle pagine che girano, il piacere di sentirne la consistenza, mai uguale, sotto i polpastelli e la gioia di riscoprirlo tempo dopo sullo scaffale, attratta magari dal colore della sua copertina.

Non ditemi mai che siete soliti far le “orecchie” alle pagine per fare il segno, o che vi piace sottolineare a morte il testo all’interno… potrei reagire in modo inconsulto, perché amo mantere i miei libri in perfette condizioni.

MA… Casa mia è minuscola, piena più di libri che di persone, e io amo anche la tecnologia. Così, senza rendermene bene conto, sono stata costretta nel tempo a comperare ebook, che finivo a dover leggere sul computer, piuttosto che libri di carta. Semplicemente non ho più spazio. Ho esitato molto nell’acquistare un e-reader e alla fine… non l’ho fatto! Davvero. Perché me lo hanno regalato: un amato/odiato kobo aura second edition. E sono entrata nel misterioso mondo degli e-reader. Ora non potrei più farne a meno.

Il misterioso mondo degli e-reader

All’inizio li possedevano solo in pochi eletti che li sfoggiavano, indossandoli come una borsa di Gucci o delle scarpe Louboutin. Poi sono diventati l’ultima moda, ma i veri lettori ancora rifiutavano di servirsene. Infine si sono moltiplicati in dimensioni e caratteristiche differenti creando il panico tra chi era ansioso di utilizzarli.

Non meniamo il can per l’aria: Kobo o Kindle?

Rispondi senza pensarci su.

Se puoi. Altrimenti posso dirti che una veloce ricerca di informazioni, mi ha fatto scoprire che esistono tanti formati differenti per leggere un libro in digitale, ma alcuni di questi sono formati proprietari quindi protetti. Ossia hanno bisogno di un determinato supporto per poter essere letti.
Ad esempio il Kindle, legge: AZW (proprietario di Amazon), TXT, PDF e MOBI ma non “digerisce” il diffussissimo formato EPUB. Al momento sono felicissima del mio Kobo aura, perché se acquisto un libro desidero poterlo leggere tranquillamente dove preferisco, senza dover fare giochi di prestigio tra i formati. Ma questa è solo la mia personale esperienza e sono certa che ci sarà chi mi dirà che il Kindle è infinitamente migliore raccontando di quanto sia meraviglioso il suo. E’ giusto. Ecco perché ho voluto approfondire l’argomento e ho scoperto tanti modelli meno conosciuti di e-reader.

A parte il Kindle e il Kobo che sono quelli più diffusi. Ne esistono altri tipi ancora, come il Tolino, e tutta una serie di altri di marche meno conosciute: Energy Ereader Slim HD, Pocketbook Touch Lux 4, Mica House Likebook Plus, Sony PRS-T3S, Woxter Scriba 195, Likebook Mars, e altri ancora con prezzi che si aggirano tra i 50€ e i 600€ . Mentre BOOX Note 10.3″, merita una menzione a parte, perché oltre a funzionare come un normale e-reader consente di porre note direttamente sui documenti e crearne di nuovi tramite un pennino fornito insieme all’e-reader e persino di disegnare. Ovviamente il prezzo è proibitivo.

Sei ancora convinto/a che preferisci portarti dietro i tuoi amati libri di carta? Non c’è problema.

Sei incuriosito e pronto a sperimentare un e-reader? Prima di acquistarlo chiediti come lo userai, se lo preferisci retroilluminato, valuta le dimensioni, il prezzo e la durata della batteria, così poi non resterai deluso/a.

Ora però torno a scrivere, perché parlare di e-reader mi ha dato l’ispirazione.

Alla prossima.

F.


Se sei arrivata/o a leggere fin qui: complimenti e grazie. Che ne dici di lasciare un commento per farmi conoscere la tua opinione?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.