Come scrivere una trama: fabula e intreccio di Francesca Serafini

Come scrivere una trama: fabula e intreccio.

Come scrivere una trama: fabula e intreccio di Francesca Serafini


Come scrivere una trama fabula e intreccio è la cosa forse più facile e più difficile da capire, per chi desideri cominciare a scrivere un romanzo.

Se sei pronta/o per immergerti negli appunti che ho accumulato nel tempo, insieme a tante riflessioni derivanti dalle mie esperienze personali, seguimi.

Per iniziare bene vorrei ricordare che la trama è il racconto dei fatti così come ci vengono narrati, a differenza della fabula, nella quale ci vengono raccontati in ordine cronologico. E’ l’intreccio ad aiutarci a stabilire come armonizzare i vari accadimenti. Infatti l’intreccio è il modo stabilito dall’autore in cui devono avvenire i singoli eventi nella storia.

Riassumendo:

Tramaè il racconto dei fatti così come ci vengono narrati
Fabula
è il il racconto dei fatti in ordine cronologico
Intreccioè il modo stabilito dall’autore in cui devono avvenire i singoli eventi della storia.

A prima vista potrebbe sembrarti che scrivere la trama sia un’azione praticamente spontanea. Perché ci raccontano storie per tutta la vita e, da adulti è facile che capiti di raccontarne.

In realtà non è così facile. Hai avuto l’idea geniale e non vedi l’ora di scrivere tutto? Ottimo, ma dopo aver scritto alcune pagine molto ispirate, potresti improvvisamente accorgerti di avere un problema.

Quale? Ma mantenere la coerenza narrativa no?

Personalmente consiglio di scrivere per prima la fabula, in modo che sia chiaro l’intero sviluppo temporale. Segui una semplice cronologia lineare e ti troverai già con uno schema della prima bozza.

Solo dopo che avrai la tua bella storia lineare, potrai passare a pensare all’intreccio.

Ricordi cosa abbiamo detto sopra, a cosa serve? Con la fabula bella e pronta, servendoti dell’intreccio potrai passare a sconvolgere i tuoi futuri lettori con colpi di scena e capovolgimenti che li terranno incollati al tuo romanzo! Oltre ai colpi di scena, crea un conflitto che porti avanti la storia.

Bene. Ora fermati un attimo e con carta e penna definisci il carattere di ogni singolo personaggio: le azioni e le motivazioni che lo spingono. Ti aiuterà anche nell’impostare i dialoghi. Se hai qualche dubbio forse potresti leggere qui: Come creare un personaggio incisivo?

Finito con il carattere dei personaggi? Perfetto, ora rileggi la fabula e l’intreccio che avevi in mente: non ti resta che armonizzare gli eventi al carattere dei vari personaggi. Adattandoli alle loro reazioni quando necessario, affinché ogni azione, reazione, emozione sia armonica e con un significato, sia per il personaggio che nella trama generale della storia.

Ricorda: svelare al lettore una scena al momento giusto, fa la differenza tra un libro che non leggerà nessuno e un probabile bestseller!

Infine: a seconda del tipo di romanzo che desideri scrivere, non dimenticare mai di scegliere il tipo di discorso narrativo più adatto per definire il tuo stile, ossia valuta attentamente le parole con le quali desideri comunicare con i tuoi lettori.

Brava/o adesso sei pronto/a per lasciarti rapire dall’estasi creativa…

F.


Se sei arrivata/o a leggere fin qui: complimenti e grazie. Che ne dici di lasciare un commento per farmi conoscere la tua opinione?

Image on Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Follow by Email